Ma perché un "viaggio" Gravel?

Bhe si, domanda più che lecita 🤔.

Potrei rispondere semplicemente "per visitare dei bei posti, delle belle città"🌆, "per percorrere quelle che erano le autostrade del medioevo e dei pellegrini verso Gerusalemme"👣... si, questi sono alcuni dei motivi, ma non è questo l'obiettivo.

Potrebbe essere allora per mettermi alla prova?

No! Non è un viaggio "estremo", qualche confort ci sarà ed i kilometri in programma non sono poi molti.


Ma allora perché? 🤨


Un mesetto fa il product manager di Bergamont Italia Roberto Panzeri mi disse che aveva mezza intenzione di affrontare la Via Francigena del Sud, da Roma a S.M. Leuca in sella ad una bici Gravel insieme ad una leggenda dello SkyRunning, Mario Poletti. Circa 925 km in 6 giorni senza assistenza al seguito.

La mia reazione è semplicemente stata: "FIGO FES" 😎, e per il significato in bresciano di FES rimando a questo video che lo spiega bene.

E subito dopo "posso aggregarmi? 🤗"


Ed eccoci qua in sella alle nostre Gravel

Le loro sono una Bergamont Grandurance Elite (Mario) una Bergamont Grandurance 5 (Roberto) e la mia una Scott Addict Gravel 10


Ma torniamo a noi: perché? Cosa mi è passato nella testa in quel secondo in cui ho chiesto di aggregarmi?


Ecco la risposta: 👇🏻


Io amo pedalare ❤, amo la bicicletta, soprattutto all'infuori dalle competizioni.

Sono uno che va molto all'avventura, a sensazione e questo tipo di viaggio rispecchia totalmente il mio modo di vedere la bicicletta 🚵🏻‍♂️.

E poi non avevo ancora fatto nulla di simile 🤷🏻‍♂️, e chi mi conosce lo sa, lo sa che Juri non ci pensa due volte ad uscire dal proprio guscio e vedere cosa c'è la fuori di ancora inesplorato (inesplorato da me, è sottinteso) 🌏 .

Ogni esperienza nuova, ogni cambio di rotta, è molto importante nel processo di crescita, rende più forte, allarga la zona di confort e, come dice il mio coach, sposta il limite.


Quindi piuttosto la domanda vera è "perché non lo avevi ancora fatto?"

Già, appunto🙆🏻‍♂️



E poi devo dare sfogo al mio spirito avventuroso, libertino, prima di focalizzarmi sulla ben più schematica e "sicura" preparazione per la stagione 2020, anche se un pizzico di istinto e di improvvisazione non mancheranno mai.

Tornerò sicuramente appagato e con tanta più voglia di cominciare ad allenarmi e fare la vita da atleta in vista di obiettivi ambiziosi ✊🏻


Credo proprio che viaggiare con una bici sia il modo migliore per godersela veramente, insomma farsela vera compagna di avventura.


Preparare lo zainetto è stato molto "attivante", ero ancor più agitato rispetto alle vigilie di gare importanti.

"Questo si, questo ci sta, questo magari si, ma non è così necessario, questo pesa, ecc ecc" e poi ci deve stare tutto 😅 .


Così come preparare il tragitto, eccolo:



La via Francigena del Sud, antica via di pellegrinaggio verso la terra santa, che se tutto va bene, affronteremo in 6 tappe.

Sulla mia pagina FB potete trovare anche un bel video in 3D dell'intero percorso 😎.

Sabato 23 la prima tappa e a seguire i giorni successivi le altre.


Tra l'altro recentemente ho avuto modo, quasi per caso, di fare un piccolo sopralluogo su un tratto salentino 🧐

In realtà però non abbiamo la ben che minima idea del tipo di terreno che troveremo 😱, se asfalto, sterrato, sentiero, scalinate, tratti impraticabili, boscaglie e chi più ne ha più ne metta. Una vera avventura 💪🏻!


Durante il viaggio daremo la possibilità a chi vorrà di aggregarsi per qualche kilometro, a questo link potrete trovare la traccia scaricabile.

Ma potrete seguirmi virtualmente anche sui social, sulla mia pagina facebook e sul gruppo FB del mio fans club. Vi terrò aggiornati.


Ora vado, ciaooo 👋🏻👋🏻




Profilo.png